Chuyển sản xuất loa kéoBlogLa società ha fatto molta strada nelle sue opinioni verso la chirurgia estetica
Thứ hai, ngày 20/04/2020 - 07:34

La società ha fatto molta strada nelle sue opinioni verso la chirurgia estetica

La società ha fatto molta strada nelle sue opinioni verso la chirurgia estetica

Gli autori dello studio hanno utilizzato i dati di Nielsen per analizzare le vendite e la pubblicità di latte per neonati e formule per neonati dal 2006 al 2015. Hanno scoperto che le vendite di latte per neonati sono più che raddoppiate nel periodo di studio, da 39 milioni di dollari nel 2006 a 92 milioni di dollari nel 2015. Nello stesso periodo, la spesa pubblicitaria in TV, stampa e online per il latte per bambini è aumentata da meno di $ 5 milioni all’anno a più di $ 20 milioni all’anno, mentre la spesa pubblicitaria per il latte artificiale è diminuita.

Le vendite sono state particolarmente elevate per i marchi che avevano contratti per fornire latte artificiale ai partecipanti al WIC, il programma alimentare per donne, neonati e bambini a basso reddito. Il motivo è che potrebbe esserci “una sorta di lealtà al marchio perché stai usando la formula per lattanti per il tuo bambino”, afferma Fran Fleming-Milici, direttore delle iniziative di marketing presso il Rudd Center for Food Policy and Obesity dell’Università del Connecticut. , che non era un autore dello studio.

Per gli autori dello studio, e per altri sostenitori della salute dei bambini, l’aumento del latte per i bambini suggerisce che dovrebbero esserci più restrizioni sull’aggressività con cui il prodotto può essere commercializzato per le madri. “Non credo sia una coincidenza che le vendite e la pubblicità delle formule per l’infanzia siano diminuite nello stesso momento in cui sono aumentate le vendite di latte per neonati”, mi ha detto Choi.

L’acquisto di latte per neonati invece del latte normale potrebbe avere conseguenze reali per lo sviluppo di un bambino. Choi e i suoi coautori scrivono che il latte per bambini potrebbe allenare i palati dei bambini a preferire bevande più zuccherate, che potrebbero essere dannose per la loro salute a lungo termine. Anche la confezione del latte per bambini è simile a quella del latte artificiale, affermano gli autori, il che potrebbe portare le madri a servire accidentalmente il prodotto ai bambini. Il latte per bambini non contiene gli stessi nutrienti del latte artificiale, quindi in grandi quantità potrebbe lasciare i bambini malnutriti.

In una e-mail, Lynn Kenney, capo delle comunicazioni nordamericane per la società madre di Enfagrow, RB, ha contestato questa caratterizzazione dei latti per bambini. “Il DHA è un importante acido grasso omega-3 e un elemento costitutivo del cervello”, ha detto. “Poiché i bambini si stanno ancora sviluppando e crescono rapidamente, è importante che il DHA rimanga una parte fondamentale delle diete dei bambini”. Ha anche affermato che i latti per bambini sono buoni per i bambini che hanno “carenze nutrizionali o restrizioni dietetiche” e che la confezione del latte per bambini dell’azienda è molto diversa da quella della sua formula per lattanti.

Leggi: Le formule per lattanti a basso contenuto calorico non risolveranno l’obesità infantile

L’Infant Nutrition Council of America, il gruppo industriale di produttori di formule, ha affermato in una dichiarazione che “le bevande per bambini, destinate ai bambini di età superiore a un anno, possono contribuire alla qualità della dieta e aiutare a colmare le lacune nutrizionali durante questo periodo critico di crescita e sviluppo.”

I ricercatori, tuttavia, sostengono che il latte per bambini è una distrazione costosa da quella che dovrebbe essere in realtà una dieta semplice e sana. Gli esperti raccomandano che all’età di 2 anni i bambini piccoli mangino ciò che mangia il resto della loro famiglia e che bevono acqua e latte naturale. Una dichiarazione rilasciata l’anno scorso da un gruppo di esperti di nutrizione infantile che rappresentano l’American Academy of Pediatrics, tra gli altri gruppi, afferma che il latte per bambini è “sconsigliato”. Se un bambino non riceve abbastanza nutrienti, si dice, i genitori dovrebbero semplicemente cercare di convincere i propri figli a mangiare cibi più sani.

“Il messaggio sulla confezione ti porta a credere che a tuo figlio potrebbe mancare qualcosa a meno che tu non acquisti quel prodotto”, afferma Fleming-Milici. “In un certo senso gioca con la paura e le preoccupazioni dei genitori di volere il meglio per i loro figli”.

Prodotti come il latte per bambini giocano anche nelle paure degli adulti americani, più in generale, che non stiamo assumendo abbastanza nutrienti e abbiamo bisogno di integratori per “aggiustarci”. Dai multivitaminici al Soylent, le persone sembrano credere istintivamente nel potere dei prodotti sintetici rispetto a quelli naturali. E gli esperti di marketing sono felici di accettarlo.

Lo spot inaugurale di Burger King per Impossible Whopper, l’hamburger a base vegetale lanciato a livello internazionale a novembre, è dominato da uomini corpulenti che mordono e provano un’incredulità aggressiva. In uno scenario a telecamera nascosta, i fedeli consumatori del Whopper vengono ingannati, ricevendo un hamburger altrimenti identico il cui tortino è stato forgiato dalla soia dalla società Impossible Foods. Fedeli al nome del marchio, gli uomini sembrano increduli. Due sono in grado di elaborare le proprie emozioni solo giurando.

“Questa è una mucca [bip]”, farfuglia un uomo. (È censurato, ma dice chiaramente che cazzo.)

Per non essere da meno, il narratore baritono risponde: “No [bleep] cow”.

La tensione nello spot deriva dal divario tra le basi dei consumatori fast food, che distorcono i maschi, e le basi dei consumatori vegani, che distorcono decisamente meno. Eppure i virili clienti di Burger King alla fine escono di mentalità aperta, se non del tutto convertiti, e dicono che sono più inclini a ordinare un’opzione Impossible domani. Sebbene non sia mai stato affrontato frontalmente nell’annuncio, c’è un chiaro sottotesto dello stigma sessuale: sono davvero abbastanza uomini da mangiare un hamburger di soia?

Tra almeno alcuni uomini vegani curiosi, le proteine ​​​​vegetali sono indissolubilmente legate al genere. Fratelli di spicco come il guru dei podcast Joe Rogan e lo psicologo pop/clinico Jordan Peterson si sono rivolti a diete a base di carne, alimentando una tendenza alimentare che fa appello a un senso di purezza o ordine naturale, pur conoscendo il peso delle loro scelte sul pianeta. Portati all’estremo, alcuni uomini credono che l’ingrediente principale di Impossible Whopper e di innumerevoli altri prodotti vegani li trasformerà letteralmente in donne.

Leggi: Se tutti mangiassero fagioli invece di manzo

Questa è la guerra culturale in cui James Stangle ha lanciato una granata. Stangle è veterinario da 30 anni. Vive a Milesville, South Dakota, e scrive una rubrica per la pubblicazione commerciale locale, Tri-State Livestock News. A dicembre ha pubblicato un takedown di Impossible Whopper, concludendo: “Speriamo che Impossible Whopper sia un possibile flopper”. Il suo caso si basava sul fatto che l’ingrediente principale di Impossible Burgers è la proteina di soia. Tra le altre accuse, Stangle ha affermato che “un whopper impossibile ha 18 milioni di volte più estrogeni di un whopper normale”. Ha anche detto che mangiare quattro hamburger impossibili al giorno “ha abbastanza estrogeni per far crescere le tette su un maschio." (Impossible Foods non ha restituito immediatamente una richiesta di commento.)

Le riflessioni del veterinario, una volta che sono state inserite nella macchina di decontestualizzazione di Internet e trasformate in titoli come “LA CARNE IMPOSSIBILE PER BURGER HA 18 MILIONI DI VOLTE PIU’ DI ESTROGENI DELLA MANZO”, ha catturato l’attenzione dei media nazionali. Fox News e The Washington Post hanno entrambi smentito l’affermazione di Stangle. Scienziati e medici del sito di verifica dei fatti Health Feedback hanno esaminato le prove e hanno emesso un verdetto: “Inaccurato: la soia non contiene estrogeni, che è un ormone dei mammiferi”.

Dire che la soia non contiene estrogeni è tecnicamente accurato, ma è una valutazione incompleta e carica. Alcune piante contengono composti simili agli estrogeni, chiamati fitoestrogeni. La soia ne contiene relativamente molti. I fitoestrogeni possono imitare gli effetti degli estrogeni nelle cellule umane, ma il significato di tale effetto sull’intero corpo umano non è chiaro. Alcuni test di laboratorio rendono potente l’effetto dei fitoestrogeni. Ad esempio, a novembre, uno studio sul Journal of Food Science ha confrontato i test su latte, riso, hamburger e tofu. I ricercatori hanno riferito che un hamburger di tofu aveva 750 volte più “attività estrogenica” rispetto agli altri alimenti e tre volte più di una dose di terapia sostitutiva con estrogeni Premarin. Anche se non è chiaro cosa significherebbe prodottioriginale.com, semmai, tale “attività estrogenica” nei corpi umani.

Gli autori considerano le loro scoperte come “stime teoriche grossolane” di come la soia potrebbe influenzare gli esseri umani e notano che questo tipo di studio condotto su cellule isolate non significa che gli effetti sarebbero significativi negli esseri umani viventi. Altri studi suggeriscono di no. In uno studio randomizzato, gli uomini hanno assunto dosi elevate di fitoestrogeni di soia ogni giorno per tre mesi e non hanno riscontrato alcun cambiamento nella quantità di tessuto mammario. Tuttavia, hanno mostrato miglioramenti in alcuni marcatori di salute metabolica, inclusi glicemia e marcatori di infiammazione.

A livello puramente pratico, gli esperti presentati con la questione del seno hanno citato il fatto fondamentale che gli uomini in molti paesi asiatici hanno consumato a lungo diete ricche di soia. Non hanno ginecomastia (sviluppo del tessuto mammario) a tassi particolarmente elevati; semmai, il diabete, le malattie cardiache e molti tumori tendono ad essere bassi rispetto a quelli negli Stati Uniti. Eppure gli uomini asiatici sono stati a lungo descritti come effeminati nella cultura occidentale, insieme alla soia che consumano. Carol Adams, l’autrice di The Sexual Politics of Meat, osserva che “il colonialismo ha femminizzato le popolazioni asiatiche – i mangiatori di carne hanno conquistato i mangiatori di riso – e questa femminilizzazione dei colonizzati è persistente”.

L’obesità, nel frattempo, è vista al secondo tasso più alto al mondo negli Stati Uniti, pieni di hamburger. Gli uomini che sono veramente preoccupati per l’aspetto delle “tette da uomo” potrebbero notare che la definizione colloquiale di solito coinvolge il tessuto adiposo, non il tessuto mammario. La dieta non è l’unico fattore che contribuisce all’obesità e negli Stati Uniti può essere difficile per le persone cambiare il modo in cui mangiano: semplicemente non puoi andare in ristoranti sani o trovare buoni generi alimentari in gran parte del paese. Anche così, gli uomini che hanno il tempo e i mezzi per mangiare bene e vogliono evitare il grasso sul petto potrebbero cercare di evitare il fast food in generale piuttosto che appuntare le loro ansie su un vegetale.

Leggi: Il ruolo nascosto dell’infiammazione nella perdita di peso

A differenza del consumo di soia, è noto da tempo che l’obesità è associata a una diminuzione del testosterone. Il basso livello di testosterone è associato alla disfunzione erettile, che è anche determinata più dalla salute metabolica generale che dal mangiare o evitare un singolo cibo. La soia è stata implicata in uno strano caso clinico del 2011, in cui un uomo ha perso il suo desiderio sessuale dopo essere diventato vegano, per poi riacquistarlo dopo un anno in cui ha mangiato di nuovo carne. Ma il lasso di tempo rende improbabile che la carne fosse l’agente curativo, e anche i medici che hanno segnalato il caso affermano che è l’unico a collegare il consumo di soia e i livelli di testosterone, anche se non è l’unico a indagare su tale correlazione. Recensioni più ampie di prove non hanno trovato differenze nei livelli di testosterone tra vegani e carnivori.

Nel complesso, le preoccupazioni sulla soia e la sessualizzazione derivano da casi sparsi e da punti di dati isolati. Affermazioni come quelle di Stangle giocano su preoccupazioni più fondamentali di una paura letterale degli estrogeni. Il mito della femminilizzazione fisica ha le sue basi nelle preoccupazioni esistenziali sul potere e lo status. Adams ha studiato a lungo questa idea. Lei e altri studiosi hanno sostenuto che l’idea del veganismo è arrotolata con qualità come compassione, coscienziosità ed empatia, per gli animali o per l’ambiente. Per i moderni standard culturali americani, questi sono tratti femminili. La violenza, il dominio fisico e l’interesse personale sono maschili. Aggiungi la storia globale della colonizzazione, dice Adams, e la carne è stata identificata con gli uomini bianchi ed eterosessuali. “Ora è un po’ come se le carni a base vegetale fossero qui per togliergli l’identità”, dice. “Quindi mangiare carne è una sorta di tentativo reazionario di recuperare qualcosa che è già stato perso”.

Ho mandato un’e-mail a Stangle per la sua opinione sulle conseguenze del suo post. Ha detto categoricamente di essersi sbagliato, in particolare sul numero di 18 milioni.

“Ho scritto il mio articolo per un piccolo giornale locale senza aspettarmi che diventasse virale. Quando lo ha fatto, ho verificato me stesso e ho emesso una ritrattazione”, ha risposto. “Come di solito accade, la ritrattazione non ha avuto molta trazione”.

Questo non era quello che mi aspettavo di sentire. Ho letto la nota di ritrattazione di Stangle sul giornale sulla carne bovina, che includeva delle scuse con il tipo di candore che si vede raramente su Internet: “La maggior parte della risposta è stata al commento che se un ragazzo mangiasse quattro impossibili whoppers al giorno, alla fine gli crescerebbe il seno “, ha scritto Stangle. “Per essere vero, non ci sono prove che ciò possa accadere”.

Stangle ha affermato che la sua nuova posizione su Impossible Burgers è che la moderazione dovrebbe essere raccomandata, in tutti gli alimenti. Ha anche sottolineato che non fa parte di alcun “think tank di destra”, come alcune persone lo hanno accusato di quando il suo post è diventato virale. Piuttosto, conosce intimamente i costi ei benefici dell’allevamento delle mucche. Ha dedicato il lavoro della sua vita alla loro cura mentre sono in vita. Pensa anche che siano buoni da mangiare.

È raro sentire qualcuno ammettere di aver commesso un errore quando discute a favore di una dieta in cui crede. Una volta che un modo di mangiare diventa centrale per la nostra identità, diventiamo inadempienti a credere a qualunque prova supporti il ​​fatto che abbiamo scelto saggiamente e stiamo vivendo virtuosamente . Il mondo è ordinato e la nostra comprensione di esso è coerente. Inoltre, ammettere di aver sbagliato può farti crescere il seno. L’ho letto in rete.

(Thomas Barwick/Getty)

Per tutto il tempo che posso ricordare, il mio stomaco è stato diviso nel ventre nord e nel ventre sud, divisi dal bordo dell’ombelico. North Belly, alias “N. Beezy”, è il più tirannico dei due. A seconda del suo umore, rovinerà qualsiasi look dalle linee pulite che sto cercando. Nei giorni brutti, N. Beezy sporge la testa dal balcone della mia cintura, bagnata dal bel tempo, chiacchierando con i passanti, salutando gli spettatori come: “Che diavolo stai guardando? Questo è il mio balcone e posso andare e venire come mi pare, dannatamente bene.”

South Belly, alias “S. Beezy”, è timido. A seconda della tenuta di ciò che indosso, può svanire, ma la sua impronta è sempre lì. La maggior parte la chiamerebbe FUPA. Quando mi siedo, posa la testa sul mio grembo. Fa capolino dai lati di pantaloni a vita bassa, bikini, perizoma, perizoma e mutande scollate, come un gattino che gioca dietro una tenda. Questi due sono i miei più vecchi e cari amici-nemici.

Potrei, in teoria, pagare per farli sparire. La società ha fatto molta strada nelle sue opinioni verso la chirurgia estetica. Un tempo un segreto gelosamente custodito tra i ricchi e famosi, la chirurgia plastica elettiva è diventata così comune e conveniente che è più facile contare il numero di persone che non hanno “fatto un po’ di lavoro”. In un dato giorno, una foto di una donna inclinata con il suo culo perfettamente aumentato posizionato verso la telecamera e una faccia che dice timidamente: “Oh, questa vecchia cosa?” appare sul mio feed di social media. La didascalia è sempre in parte Nietzsche, in parte NeNe Leakes, e i “mi piace” sono migliaia o milioni, se sei un Kardashian.

75.947 Mi piaceInfluencer101: La vita è come un gioco. Dagli il 100% prima della chiamata alla ribalta. Non vuoi ricevere la tua standing ovation dalle puttane che amavano odiare il tuo successo?! #mynewbikini #thongsong #selfcareNsunscreen #IDrinkWater

Questo modello IG ha una pancia così piatta che puoi far rimbalzare un bitcoin. Il mio pollice si libra sul suo sorriso seducente, ma non oso toccare due volte: sono critico e geloso. Mi divertirei su una spiaggia se il mio intero stomaco si adattasse sotto un bikini a stringa? Sì. La mia qualità di vita sarebbe migliore se le mie tette si alzassero sull’attenti invece di oscillare verso il mio plesso solare? Sì.


Copyright © HoaBi Co., Ltd. All Rights Reserved.